Cinque haiku di Hashimoto Mudō

さくら散るまひる日傘で行く
sakura chiru mahiru higasa de iku

cadono i ciliegi
in pieno giorno cammino
con un parasole

うごけば、寒い
ugokeba, samui

se mi muovo, il freddo

泣くまいたばこを一本吸う
nakumai tabako o ippon sū

trattenendo le lacrime
fumo un sigaro

思うまいと日ぐれのパイプの穴を見ていた
omoumai to higure no paipu no ana o mite ita

per non pensare
trascorro la sera fissando
il foro della pipa

煙突の林立静かに煙をあげて戦争の起りそうな朝です
entotsu no rinritsu shizukani kemuri o agete sensō no okorisōna asa desu

una selva di ciminiere
rilascia silenziosa il fumo –
la guerra imminente

Da: Hashimoto Mudō monogatari, Kachidoki Shobō, 2010

Traduzioni dal giapponese di Luca Cenisi

Hashimoto Mudō (1903-1974) è stato un poeta giapponese originario di Tokushima. Membro di rilievo del ‘Movimento dello haiku proletario’ (Puroretaria haiku undō プロレタリア俳句運動), ha fondato nel 1934, insieme a Kuribayashi Issekirō (1894-1961), la rivista Haiku seikatsu 俳句生活 (‘La vita dell’haiku’). Studiò sotto la guida di Ogiwara Seisensui (1884-1976), pubblicando i suoi primi scritti in Sōun 層雲 (‘Strati di nuvole’), giornale fondato da quest’ultimo nel 1911. In quanto elemento sovversivo, venne arrestato dal regime repressivo del periodo bellico e trascorse due anni in carcere. Nel 1946, partecipò attivamente alla nascita dell’‘Unione dei nuovi poeti di haiku’ (Shin haikujin renmei 新俳句人連盟). Tra le principali raccolte, ricordiamo Mia moglie è scortese (Burei naru tsuma 無礼なる妻) del 1954 e l’antologia postuma Hashimoto Mudō kushū (Raccolta di haiku di Hashimoto Mudō) edita nel 1977.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *