Cinque haiku sull’erba

春雨やよもぎをのばす草の道
harusame ya yomogi o nobasu kusa no michi

pioggia di primavera –
cresce l’artemisia
sulla strada d’erba

Matsuo Bashō (1644-1694)

草原を覗れてなく雉子哉
kusabara o nozokarete naku kigisu kana

sbucando
dal campo d’erba,
il verso di un fagiano

Kobayashi Issa (1763-1828)

雷や猫かへり来る草の宿
kaminari ya neko kaerikuru kusa no shuku

fulmini –
il gatto fa ritorno
alla sua cuccia d’erba

Murakami Kijō (1865-1938)

Da: Murakami Kijō no kisoteki kenkyū, Ōfū-sha, 1985, p. 375

夕霧に邯鄲のやむ山の草
yūgiri ni kantan no yamu yama no kusa

nella nebbia serale
cessa il canto dei grilli:
erba di montagna

Īda Dakotsu (1885-1962)

Da: Haiku, Vol. 50, Kadokawa Shoten, 2001, p. 275

今朝九月草樹みづから目覚め居て
kesa kugatsu kusaki mizukara mezameite

mattino di settembre –
l’erba e gli alberi
si destano dal sonno

Nakamura Kusatao (1901-1983)

Da: Nakamura Kusatao zenshū, Misuzushobō, 1989, p. 111

Traduzioni dal giapponese di Luca Cenisi

Immagine: Seiko, Due uccelli nell’erba (1895)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.