Cinque haiku sul gelo

瓶割るる夜の氷の寝覚め哉
kame waruru yoru no kōri no nezame kana

il vaso si frantuma
in questa notte di ghiaccio –
il risveglio

Matsuo Bashō (1644-1694)

夕風や社の氷柱灯のうつる
yūkaze ya yashiro no tsurara hi no utsuru

brezza serale –
sui ghiaccioli del santuario
si riflette la luce

Kobayashi Issa (1763-1828)

凍蝶の己が魂追うて飛ぶ
itechō no onore ga tamashi ōte tobu

farfalla gelata –
rincorrendo il suo spirito
riprende il volo

Takahama Kyoshi (1874-1959)

Da: Haiku kenkyū, Vol. 37, 1970, p. 65

氷る夜や抱きしめたる菩提心
kōru yo ya dakishimetaru bodaishin

notte di ghiaccio –
stringo a me il desiderio
di buddità

Kawabata Bōsha (1897-1941)

Da: Gendai kushū, Chikumashobō, 1973, p. 99

流氷や宗谷の門波荒れやまず
ryūhyō ya Sōya no to nami areyamazu

ghiaccio alla deriva –
alle porte di Sōya le onde
non smettono d’agitarsi

Yamaguchi Seishi (1901-1994)

Da: Kanshō gendai haiku, Mokuamishoten, 1989, p. 125

Traduzioni dal giapponese di Luca Cenisi

Immagine: Katsushika Hokusai, Attraversando il lago ghiacciato di Suwa, nella provincia di Shinano (1833-1834), part.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.