Cinque haiku di Hosomi Ayako

白蝶々飛び去り何か失ひし
shiro chōchō tobisari nanika ushinai shi

la farfalla bianca
è volata via –
qualcosa s’è perso…

Da: Gendai kushū, Chikumashobō, 1973, p. 316

 

でで虫が 桑で吹かるゝ秋の風
dedemushi ga kuwa de fukaruru aki no kaze

una lumaca
portata via dal gelso:
vento d’autunno

Da: Watashi no haiku nyūmon, Yūhikaku, 1977, p. 73

 

がらがらとあさりを洗ふ春の音
garagarato asari o arau haru no oto

suono di primavera –
il tintinnio delle conchiglie
mentre le lavo

Da: Haidan, Honami Shoten, luglio 2016

 

ふだん着でふだんの心桃の花
fudangi de fudan no kokoro momo no hana

gli stessi abiti,
gli stessi pensieri:
fiori di pesco

Da: Watashi no haiku nyūmon, cit., p. 74

 

北山の夜の長さを杉育つ
kitayama no yoru no nagasa o sugi sodatsu

monti a Nord –
crescono i cedri
nella lunga notte

Da: Chimei haiku saijiki, Vol. 6, Chūōkōronsha, p. 225

 

Traduzioni dal giapponese di Luca Cenisi

Hosomi Ayako (1907-1997) è stata una poetessa giapponese, nonché figura di rilievo nel panorama haiku femminile novecentesco.
È stata moglie di Kinʼichi Sawaki (1919-2001), leader del gruppo Kaze 風 (“Vento”), nonché Presidente della Haijin kyōkai 俳人協会 dal 1987 al 1993.

2 risposte a “Cinque haiku di Hosomi Ayako”

  1. Sure, Zaya:

    the white butterfly
    flew away–
    something is lost

    a snail blown away
    by the mulberry tree–
    autumn wind

    spring sound–
    the tinkling of the shells
    as I wash them

    the same clothes,
    the same thoughts–
    peach flowers

    northern hills–
    the cedars grow
    in the long night

    Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *