Cinque tanka moderne

A priest all alone
taking a nap at midday–
beyond the eaves
of the abbot’s chamber
the deep blueness of the sky

Un prete tutto solo
fa un pisolino a mezzogiorno –
oltre le gronde
della camera dell’abate
il blu profondo del cielo

Mizuho Ota (1876-1955)

 

The clouds of springtime
come together at one side
around midday
by the far-off water reeds
the wild geese have settled down

Le nuvole primaverili
giungono insieme da un lato
verso mezzogiorno
presso i lontani canneti d’acqua
l’oca selvatica si è sistemata

Mokichi Saito (1882-1953)

 

Under the plane trees
young women are passing by,
upon their eyelids
is a color tinged with blood.
Summer has surely arrived.

Sotto i platani
camminano giovani donne,
sulle loro palpebre
v’è un colore tinto di sangue.
L’estate di certo è arrivata.

Kenkichi Nakamura (1889-1934)

 

In the darkened fields
the very faintly burning
lights of the houses–
ah, they are more frail even
than the glowing of fireflies.

Nei campi ormai scuri
il flebile bruciare
delle luci delle case –
ah, sono anche più deboli
del bagliore delle lucciole.

Mikiko Nakagawa (1897-1980)

 

Both water and the earth
are frozen, no sound is made
in the cold night,
inside just myself
there is a lonely thing that does not freeze.

Sia l’acqua che la terra
son congelate, nessun suono
s’ode nella fredda notte,
solo dentro di me
c’è una cosa solitaria che non gela.

Fumi Saito (1909-2002)

 

Traduzioni dall’inglese di Luca Cenisi.

Opere tratte da: E. Marcombe Shiffert, Y. Sawa (a cura di), Anthology of Modern Japanese Poetry, Tuttle, 1972.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.