Cinque haiku estivi di Kobayashi Issa

うつくしや雲一ッなき土用空
utsukushi ya kumo hitotsu naki doyō-zora

che bellezza:
nemmeno una nuvola
nel cielo di mezza estate

 

山寺は留主の体也夏木立
yamadera wa rusu no tei nari natsu kodachi

il tempio montano
pare incustodito –
alberi d’estate

 

朝顔の花から土用入りにけり
asagao no hana kara doyō iri ni keri

dalle ipomee
ecco che ha inizio
la mezza estate

 

よい猫が爪かくす也夏座敷
yoi neko ga tsume kakusu nari natsu zashiki

il bel gatto
ritrae gli artigli:
stanza estiva

 

着ながらに値ぶみすむ也更衣
ki nagara ni nebumi sumu nari koromogae

appena lo indosso
l’affare è concluso:
cambio di vesti

 

Kobayashi Issa (1763-1828) è stato un poeta e monaco buddhista giapponese, nato nel villaggio di Kashiwabara (attuale prefettura di Nagano). Rientra tra i quattro grandi Maestri del genere haiku, insieme a Matsuo Bashō (1644-1694), Yosa Buson (1716-1784) e Masaoka Shiki (1867-1902). Il suo è un linguaggio semplice, delicato e allo stesso tempo attento, decisamente orientato al mono no aware 物の哀れ, ossia a quella capacità di “lasciarsi attraversare dalla cose del mondo”.

Traduzioni di Luca Cenisi.

Immagine: Suzuki Harunobu, Bellezza in riva al fiume, 1765.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.