Cinque haiku di Fay Aoyagi

some white… some red…
fallen camellias
and my lies

bianche… rosse…
le camelie cadute
e le mie bugie

 

magnolias–
he folds and unfolds
a handkerchief

magnolie –
lui piega e dispiega
un fazzoletto

 

Nagasaki Anniversary
I push
the mute button

Anniversario di Nagasaki
premo
il pulsante muto

 

ocean fog–
I can’t recall the name
of my first lover

nebbia oceanica –
non ricordo il nome
del mio primo amante

 

her dried
sumi-e brush
winter sunset

il suo pennello per sumi-e
asciutto
tramonto invernale

 

Da: Chrysanthemum Love, Blue Willow Press, 2003. Traduzioni in italiano di Luca Cenisi.

Link alla pubblicazione su The Haiku Foundation: https://bit.ly/2Q0uccR

Fay Aoyagi è nata a Tokyo, ma risiede negli Stati Uniti dal 1984. Scrive haiku in inglese e in giapponese dal 1985 e gestisce il blog Blue Willow Haiku World.
Membro attivo di numerosi gruppi e associazioni per la promozione e lo studio dello haiku – tra cui la Haiku Society of America (HSA) e la Haijin kyōkai 俳人協会 – è autrice, tra l’altro, delle seguenti raccolte: Chrysanthemum Love (2003), In Borrowed Shoes (2006) e Beyond the Reach of My Chopsticks (2011).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.