Cinque haiku di Hasegawa Kanajo

摩利支天の露店の上や春の月
Marishiten no roten no ue ya haru no tsuki

sopra i banchi
della festa di Marishi-ten –
luna di primavera

Da: Teihon Kanajo kushū, Vol. 1, 1964, p. 9

 

雨音の右手の雲に夏の月
amaoto no migite no kumo ni natsu no tsuki

rumore di pioggia –
tra le nuvole a destra
la luna d’estate

Da: Haiku, Vol. 58, Kadokawashoten, 2009, p. 285

 

秋時雨忽ちにして松濡れし
aki-shigure tachimachi ni shite matsu nureshi

pioggia d’autunno –
d’un tratto i pini
completamente bagnati

Da: Gendai Nihon bungaku zenshū, Vol. 91, p. 285

 

西鶴の女みな死ぬ夜の秋
Saikaku no onna mina shinu yoru no aki

tutte le donne
di Saikaku muoiono –
notte d’autunno

Da: Teihon Kanajo kushū, Vol. 1, cit.

 

迅雷に一瞬木々の真青なり
jinrai ni isshun kigi no masao nari

tuono –
in un attimo gli alberi,
sbiancati

Da: Nyūmon saijiki, Kadokawashoten, 1980, p. 207

 

Traduzioni dal giapponese di Luca Cenisi.

Hasegawa Kanajo (1887-1969) è stata una poetessa giapponese, membro del Fujin haiku-kai 婦人俳句会 (“Gruppo haiku femminile”) orbitante intorno alla rivista Hototogisu ホトトギス di Takahama Kyoshi (1874-1959).
Autrice di diverse raccolte di haiku, ha fondato nel 1930 la rivista Suimei 水明 (“Riflessi d’acqua”).

Foto: Hasegawa Kanajo, Asahi Shinbun, 1948.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *